Panarea è la più piccola delle Isole Eolie, ma è anche la più mondana. Piccola e ricercata, offre un contesto perfetto per chi è alla ricerca di relax di giorno e vita mondana di notte. Tra spiagge da favola e locali, è una meta ideale per le vacanze in Sicilia.

Panarea è lunga appena 3 chilometri e larga 2, ma tanto le basta per essere scenografica e mondana. D’estate gli yacht del jet set internazionale sono in bella mostra davanti le coste. I centri dell’isola sono San Pietro, Ditella e Drautto.

L’isola si esplora comodamente a piedi in mezza giornata. Vi suggeriamo un itinerario che include cosa vedere a Panarea a piedi, con un percorso lungo circa 8 chilometri. Si parte dal porto e ci si inoltra in contrada San Pietro, verso nord. Dopo una decina di minuti si arriva alla contrada Ditella: qui ci sono le sorgenti termali e la spiaggia della Calcara.

Il percorso, a questo punto, sale su alcuni tornanti. Circondati dalla macchia mediterranea, si arriva sulla cresta, per ammirare splendidi panorami. Si gira, dunque, a sinistra e, dopo meno di 500 metri, si arriva a Punta del Corvo. Questo è il punto più alto dell’isola di Panarea, che consente di ammirare tutto l’arcipelago. Si inizia a scendere e, andando verso est, si torna a San Pietro.

Sull’isola più esclusiva delle Eolie si passeggia tra vicoletti e buganvillee, ammirando le casette basse con porte e finestre azzurre. Il mare è meraviglioso e non mancano i fanghi termali e le spiagge spettacolari. Con gli isolotti di Basiluzzo, Spinazzola, Lisca Bianca, Dattilo, Bottaro e Lisca Nera, e gli scogli dei Panarelli e delle Formiche, Panarea è un minuscolo arcipelago fra Lipari e Stromboli.

La maggior parte dei turisti arriva qui per ammirare dal vivo le splendide spiagge e per la vita mondana, ma non sono solo queste le attrattive dell’isola. Scopriamole insieme nel prossimo articolo. Stay Tuned!!