L’isola di Panarea propone un perfetto equilibrio tra divertimento e cultura, tra vita mondana e natura incontaminata. Ecco le variegate attrazioni da non perdere:

Cala Junco
È la spiaggia più bella di Panarea, proprio ai piedi del Villaggio Preistorico di Punta Milazzese. Il mare è di colore turchese, molto intenso e si cammina su grandi sassi tondeggianti. Un bellissimo colpo d’occhio, fatto di alte scogliere che si tuffano in mare.

Spiaggia della Calcara
È fatta di sassi a si trova a nord di San Pietro. Vi si accede tramite un sentiero ripido, che passa attraverso la macchia mediterranea. Alcune fumarole, alle spalle, emettono gas solforosi, che testimoniano la presenza di un antico cratere.

Cala degli Zimmari
È l’unica spiaggia di sabbia di Panarea. Ha la forma di una piccola mezzaluna incastonata tra le alte rocce. L’arenile è pietroso, ma l’acqua è cristallina e i fondali sono bassi.

Villaggio Preistorico di Punta Milazzese
Si trova a circa 30 minuti a piedi da San Pietro, adagiato su una piccola radura in cima all’omonimo promontorio. Si tratta di un insediamento preistorico che risale alla media Età del Bronzo, abbandonato intorno al 1300 a.C., forse a causa di incendi, e l’isola rimase disabitata per secoli. Il Villaggio Preistorico di Panarea è uno degli insediamenti più antichi delle Isole Eolie. Risale a un periodo compreso tra XIV e XIII secolo a.C. e ha restituito molti reperti. L’accesso al Villaggio Preistorico è gratuito.

Museo Archeologico
Si trova proprio nel centro di Panarea, cioè San Pietro, accanto alla chiesa ottocentesca. In questa sezione del Museo Archeologico Eoliano sono esposti alcuni reperti risalenti al Neolitico e all’Età del Bronzo, rinvenuti al Villaggio di Punta Milazzese, nella zona della Calcara e in alcuni giacimenti sottomarini.

Museo Diffuso
Si tratta di un’antica casa di pescatori, trasformata dall’artista Adriana Pignatelli nel cuore di un interessante museo diffuso. Qui si possono trovare pannelli e oggetti della tradizione che raccontano la storia dell’isoletta. Nel giardino sono concentrate tutte le specie vegetali tipiche dell’isola.