Non si può parlare di caftano senza pensare a Marta Marzotto, l’incontrastata regina dei salotti italiani è stata colei che ha reso celebre questo look. La signora si sa amava indossare caftani coloratissimi e spesso ricamati, ma soprattutto amava abbinarli con gioielli meravigliosi: orecchini maxi, collane lunghe o con pietre colorate e manchette oro dallo stile etnico.

Il caftano è uno dei grandi ritorni dell’estate 2022. Un pezzo che abbiamo visto spesso indosso alla nostra mamma, ma che scopre una seconda giovinezza quest’anno. Versatile, leggero, si porta al mare, ma è perfetto anche per le occasioni eleganti. Scegliere la lunghezza e il tessuto in modo intelligente è la chiave per indossare questo abito, ma anche ispirarsi alle dive del passato può essere un modo per interpretarlo correttamente, soprattutto se si prende spunto per gli abbinamenti gioiello.

Il caftano nasce come veste indossata dagli uomini nei paesi musulmani. Lunga fino alle caviglie, tinta unita, a righe o ricamata, aperta davanti. Diffusa in Persia e nell’Impero Ottomano, è arrivata in Maghreb con le migrazioni dei popoli ottomani, dove ha preso piede la versione marocchina a cui la moda occidentale si ispira ciclicamente dagli anni 60.

Chi pensava che il caftano dopo il boom degli anni 70 e 80, oggi fosse un capo ormai démodé si deve ricredere, gli stilisti, e soprattutto le donne, l’hanno riscoperto ed eletto uno dei capi dell’estate 2022. Il motivo è semplice veste bene, è comodo, fresco ed elegante. Il segreto per indossare i caftani e non cadere nei look troppo etnici e scontati, è sdrammatizzarli con una borsa inaspettata e una cascata di gioielli la sera o una foulard di seta in testa di giorno e un paio di friulane in shantung.